mano su gomme a spalla morbida

Quando si può circolare con i pneumatici estivi?

Con l’arrivo dell’ estate, è in arrivo anche il momento di sostituire le gomme invernali con quelle estive.
Di norma, il 15 Aprile di ogni anno entra in vigore il periodo obbligatorio di circolare con i pneumatici estivi, con scadenza il 15 Novembre.
Quest’ anno in conseguenza alla situazione legata al Coronavirus la scadenza del 15 Aprile è stata prorogata per il 15 Giugno.
Dopo tale data gli automobilisti che non hanno rispettato l’ obbligo previsto dalla Legge, rischiano d’ imbattersi in multe variabili a seconda da dove avviene la violazione.
Gli automobilisti che non hanno provveduto a montare i pneumatici estivi dopo il 15 Maggio, sono soggetti a una multa tra 41 e 168 euro se l’ infrazione avviene nel centro abitato.
Mentre se la violazione viene rilevata fuori città la multa è più alta, può variare da 84 a 355 euro.
Oltre alla multa si incorre al rischio di sanzioni amministrative che variano da 422 a 1.682 euro.

cambio gomme estive

Chi è esente dal cambio delle gomme
Ci sono delle singolari situazioni che permettono l’ esenzione dell’ obbligo di sostituire i pneumatici nel periodo che intercorre tra il 15 Aprile e il 15 Maggio.
A tale riguardo, sono esenti sia gli automobilisti che usano per la loro macchina i pneumatici del tipo 4 stagioni, sia quelli che usano le gomme che hanno un indice di velocità maggiore a quello indicato sulla carta di circolazione.
Per verificare quale è l’indice di velocità dei propri pneumatici basta controllare la lettera seguita da un numero che si trovano sul lato della gomma.
Tale numero indica la velocità massima supportata dal pneumatico in questione.

Caratteristiche dei pneumatici estivi
Le motivazioni per cui è necessario sostituire gli pneumatici invernali con quelli estivi sono molteplici.
Le gomme estive permettono a differenza degli altri, una tenuta di strada migliore sia quando l’ asfalto è asciutto, sia quando a causa delle piogge si presenta bagnato.
Questo avviene mediante la mescola e le scanalature del battistrada.
La mescola delle gomme estive si presenta più dura a confronto di quelle invernali.
Inoltre i pneumatici estivi sono provvisti da tre scanalature longitudinali, queste in caso di pioggia hanno la funzione di raccogliere l’acqua ed eliminarla mediante le scanalature trasversali.
In tal modo si assicura i tenuta di strada sicura in caso di asfalto bagnato, ed evitare il fenomeno dell’ aquaplaning per mezzo dei bordi smussati dei tasselli di costruzione.
Il materiale usato per i pneumatici estivi è ovviamente diverso da quelli invernali.
Per la produzione delle gomme estive viene usata meno gomma naturale, per rendere il battistrada meno elastico.

Vantaggi dei pneumatici estivi
I vantaggi che si ottengono del montare i pneumatici estivi sono molteplici:
• minore spazio di frenata
• minore consumo di carburante, in quanto non s’ incorre nei problemi di surriscaldamento
• minore consumo del battistrada sull’asfalto rovente
• migliore tenuta di strada, sia sul fondo bagnato che asciutto.
È necessaria, nei periodi di inutilizzo una corretta conservazione dei pneumatici, per evitare che la copertura si rovini o danneggi.
Ciò consente nel momento in cui devono essere riutilizzate di avere delle gomme ancora efficienti.
Per garantire questo è necessario prima di conservarli: pulire i freni eliminando la polvere, pulire il battistrada, gonfiare alla pressione corretta i pneumatici.

Potrebbe interessarti:
Quando Invertire gli Pneumatici?

Scambiare le ruote, invertendole, tra anteriori e posteriori della proprio auto è un'operazione di routine da effettuare presso un gommista. Read more

Pneumatici Estivi 2020 Quando Iniziano

Gli automobilisti, a seconda dei casi, dovranno quindi attenersi alle prescrizioni Covid 19. Rimani aggiornato qui riguardo il cambio gomme Read more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *