pneumatici prima o seconda scelta

Come Si Fa A Vedere Se I Pneumatici Sono Di Prima Scelta?

Il web è colmo di informazioni utili, e di altre prive invece di fondamento e, spesso, il confine tra le due categorie è molto sottile e di difficile interpretazione.

Gli pneumatici non sono esenti da questo fenomeno delle notizie “artefatte”, soprattutto in merito alla loro qualità o sicurezza.

A tal proposito, in questa guida si cercherà di fare un po’ di chiarezza sulla prima o seconda scelta degli pneumatici, e come fare per capire la differenza.

Prima e seconda scelta degli pneumatici

Una delle “solite” leggende metropolitane, “racconta” come in commercio esistano degli pneumatici di prima e seconda scelta.

In merito alla seconda categoria, le informazioni reperibili in merito, sono parecchio nebulose, classificando queste gomme con un minor livello di sicurezza.

Nella fattispecie, sempre a quanto riportato da alcune fonti di dubbia attendibilità, la seconda scelta degli pneumatici avrebbe dei difetti, non visibili ad occhio nudo, ed infine gli stessi sarebbero poi venduti dai gommisti come prima scelta, lucrando sul prezzo finale di vendita. 

Con questi presupposti, è bene mettere un punto su una precisa questione: tutti gli pneumatici commercializzatisono testati e sicuri, ed eventuali difetti non vengono nascosti, perché coperti da garanzia.

Per entrare nel dettaglio, se si dovesse montare un treno di gomme, e nonostante equilibratura e bilanciatura, la macchina dovesse vibrare, probabilmente una delle coperture potrebbe presentare un difetto, ed in quel caso verrebbe sostituita.

A questo punto, sicuramente è lecito porsi la domanda se la prima scelta esista davvero, e la risposta è “si”.

pneumatici prima o seconda scelta differenze

La strategia multibrand per la prima e seconda scelta

Chiarito l’aspetto che seconda scelta non implica difetti nascosti degli pneumatici, è bene specificare cosa significa prima scelta.

Ogni produttore “famoso” ha delle linee marchiate con il loro nome, e linee di produzioni più economiche a cui viene dato il nome un altro nome.

Questa strategia multibrand viene messa in atto al fine di soddisfare le esigenze delle varie tipologie di clienti, perché le esigenze di un pensionato che fa pochi chilometri per andare a fare la spesa, sono ad esempio differenti da quelle di una persona che utilizza l’auto per lavoro, facendo decine di migliaia di chilometri l’anno in qualsiasi condizione meteorologica.

Le gomme di seconda scelta quindi rispettano i medesimi standard di sicurezza di quelle di prima scelta, condividono gli stessi materiali ma magari rinunciano agli ultimi ritrovati tecnologici presenti sui modelli di punta.
Facciamo un esempio concreto con un noto brand di pneumatici:

• Michelin: il marchio viene posto sui modelli premium, di prima scelta;
• Kleber e BFGoodrich: brand di proprietà Michelin, destinato alla seconda scelta;
• Riken, Tigar e Kormoran: altri marchi sempre di proprietà Michelin, per la terza scelta.

In conclusione

Per tirare le somme sull’argomento, possiamo dire che la prima scelta esiste, che per averla ci si dovrà rivolgere solamente ai grandi brand più noti, ma non riguarda l’assenza di difetti dello pneumatico, dal momento che il mercato è formato da molteplici marchi, alcuni dei quali “economici”, che non sono premium, ma non sono certamente inferiori in termini di sicurezza.

Summary
pneumatici come si fa a vedere se prima scelta
Article Name
pneumatici come si fa a vedere se prima scelta
Description
Pneumatici di prima scelta o seconda scelta non vuoldire che sia a discapito della sicurezza. Facciamo chiarezza su questo punto spesso fonte di confusione.
Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *